world

my

upside down

 

“My upside down world”, una realtà vista a testa in giù o appesa ad una roccia cercando l’equilibrio perfetto per non cadere. Un punto di vista insolito per avvicinarci a una realtà appassionante dal punto di vista sportivo, ma soprattutto umano.
 

"

il Film

SINOSSI

Nata a Merano nel 1986, tre volte campionessa del mondo di arrampicata su ghiaccio, prima donna a scalare un D15, Angelika ha conquistato innumerevoli successi sportivi in questi anni, sempre sfidando le leggi della gravità e percorrendo le vie più difficili sulle pareti di roccia e ghiaccio del mondo. Angelika ha scoperto la passione per l’arrampicata già da piccola quando scalava gli alberi nel giardino di casa dei nonni, passando da uno all’altro grazie a un sistema di corde creato appositamente per lei. La madre, che da ragazzina non riuscì ad entrare nel AVS (Alpenverein Südtirol) perché i genitori lo consideravano una cosa da uomini e quindi non adatto a una giovane ragazza, ha trasmesso alla figlia l’amore per le montagne e uno spirito avventuroso ed indipendente. Ancora oggi, non appena Angelika si libera dai suoi impegni sportivi, cercano di tornare a camminare insieme sui sentieri delle Dolomiti, mantenendo viva quella che con il tempo é diventata una tradizione madre- figlia.
 

 

TEASER

Documentario | 2020 | Italia | ca. 70min | colore | Italiano, tedesco e englese sub | Italia, Francia, Grecia, Islandia; Svizzera | Distributore: Albolina Film 

 

ANGELIKA  RAINER

Arrampicatrice

Angelika è tre volte Campionessa Mondiale e due volte Vicecampionessa Mondiale di arrampicata su ghiaccio.  Giá molto presto la madre di Angelika porta sua figlia a fare gite nelle montagne dell'Alto Adige. Quando a dieci anni, facendo la sua prima via ferrata, tocca una roccia per la prima volta, non puó piú pensare ad altro che al desiderio di arrampicarsi. Due anni dopo a Merano, la sua cittá natale, viene aperta una palestra artificiale per arrampicate, e cosi Angelika ottiene la possibilitá di vivere la sua passione. Nel 2008 vince per la prima volta una gara di Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio. Nel 2012 e poi nel 2015 riesce a conquistare la classifica generale di Coppa del Mondo. Oltre a questo, vince anche due volte il prestigioso master di arrampicata di misto a Ouray in Colorado e l'unica edizione dell'evento Red Bull White Cliffs. Ma in inverno Angelika non partecipa solo alle gare ma riesce anche a ripetere e liberare diverse tra le piú difficili vie di ghiaccio, misto e drytooling al mondo. Nel novembre 2017 sale la via di Drytooling 'A line above the sky' e diventa la prima Donna a scalare il grado D15. In falesia Angelika arrampica su difficoltá fino al grado 8c e con la prima salita femminile in libera della via multipitch 'Italia 61' sul Piz Ciavaces in Dolomiti riesce a conquistare un bel successo anche nell'ambiente alpinistico. Anche nella sua vita privata Angelika vuole essere in contatto con la natura. Cosí nell'autunno 2008 si laurea in Scienze Agrarie presso l'Universitá di Bolzano e per diversi anni lavora presso il Centro di ricerca agricolo Laimburg, prima di decidere di dedicarsi completamente all'arrampicata.

ELENA GOATELLI

Regista

Nata a Bolzano nel 1975, nel 2001 ottiene la laurea in Lingue e Letterature straniere all’ Università Ca’ Foscari di Venezia. Nel 2002 vince la borsa Leonardo ed inizia a lavorare nel dipartimento di documentari di Canal + in Spagna. Nel 2012 dirige il suo primo documentario Endometriosis, la punta del iceberg, trasmesso dalla televisione pubblica spagnola all’interno del prestigioso programma Documentos TV. Insieme al compagno Angel Esteban dirige nel 2013 One minute for conductors World Premiere a IDFA, vincitore del premio miglior film documentario ai Festival Dock of the Bay (Spagna) e Cebu Film Festival (Filippine); distribuito in Corea del Sud da JIN JIN Pictures e internazionalmente da SND FILMS. Nel 2015 scrive e co-dirige sempre con Angel Esteban il film sull’alpinista Tom Ballard TOM, vincitore di più di 10 premi internazionali distribuito da gazzetta dello Sport; nel 2018 il cortometraggio Work & Happiness commissionato da Pergine Festival e prodotto da Altrove Films e il lungometraggio Malditos, attualmente in post-produzione, con il supporto della Trentino Film Commission, prodotto da Altrove Films e KOTTOMfilms. Nel 2019 presenta al Trento Film Festival il cortometraggio Auspicio prodotto da KOTTOMfilms e distribuito da Altrove films e si occupa della sceneggiatura della doc-serie Slow Revolution prodotto da Ready to reload (Spagna).

 

CREDITS

Regia: Elena Goatelli

Co-Regia e montaggio:  Angel Esteban

Produttore/esecutivo: Roberto Cavallini

Produttore: Wilfried Gufler, Thomas Menghin

DOP: Harald Erschbaumer

Fonico:  Patrick Bruttomesso

Sound design/ Musice: Simonluca Laitenpergher

Cast: Rainer Angelika, Marco Servalli 

GALLERIA

 

Photo credits

Klaus dell’Orto, Alexey Dengin, Michael Maili, Monika Mehlmauer, Marco Servalli, Nikki Smith, Jensen Walker, Jonathan White

STAMPA

Production contact

ROBERTO CAVALLINI

roberto@albolina.org

© 2019 Albolina Film GmbH

Layout & Design Vivienne Berger  

General contact

ALBOLINA FILM

Weintraubengasse 23
I-39100 Bolzano

Tax ID: 02757600214

UID: IT02757600214

Cod. destinatario USAL8PV
Tel: +39 0471 056 626 
Fax: +39 0471 976 908

info@albolina.org